Pierangelo Maren – Emotional Intelligence

Edizione MBS Febbraio “Emotional Intelligence”

Avete mai pensato a quello che si può costruire con le emozioni?

In un mondo dove la finanza, la ricchezza, la freddezza e l’impassibilità la fanno da padrone, in pochi si soffermano sul ruolo fondamentale che può avere l’intelligenza emotiva all’interno delle imprese.

L’intelligenza emotiva permette infatti alle persone di raggiungere i propri obiettivi prefissati per affrontare efficacemente la difficile scacchiera imprenditoriale.

La definizione di intelligenza emotiva che si trova su manuali, libri ed internet è “ la capacità di controllare le emozioni proprie e altrui” ma come possiamo rendere questa definizione nostra e applicarla nella vita reale?

Pierangelo Maren la definisce come la capacità di gestire e regolare le proprie emozioni per affrontare le diverse situazioni che si propongono in azienda o nella vita. L’individuo è quindi in grado di intraprendere relazioni positive con gli altri e di favorire comportamenti socializzanti.

Sviluppare l’intelligenza emotiva significa favorire scambi comunicativi tra colleghi e superiori, stimolare nelle persone la capacità di problem solving e il pensiero costruttivo e gestire i momenti complicati tramite il controllo.

Sentiamo sempre dire “pensa con il cervello”, l’intelligenza emotiva è, invece, la capacità di pensare con il cuore, far percepire alle persone che ti circondano cosa provi, è la flessibilità nel gestire il cambiamento e la capacità di avere un atteggiamento aperto di fronte ai piccoli dettagli attraverso la motivazione.

La forza emotiva deve essere intesa come una spinta interiore a migliorare e cogliere le occasioni ed a perseguire gli obiettivi nonostante gli ostacoli.

Se hai un’impresa hai bisogno di imparare le tecniche per sviluppare al meglio la tua intelligenza emotiva e diventare sempre più abile nel gestirla.

Bisogna ritrovare l’amore, l’emotività e la passione nelle cose che si fanno, partendo dalle piccole cose. Come dice Paolo Ruggeri “a volte, se regali un bicchiere luccicante a un bambino dice che è la cosa più bella al mondo, ma noi li descriviamo i nostri prodotti come la cosa più bella del mondo?”