Il marketing in Italia è spesso visto come un’entità quasi metafisica. Alcuni la trattano con timore reverenziale, altri invece la snobbano come paccottiglia per creduloni.

In verità il marketing è uno strumento. E come tutti gli strumenti può essere usato bene o male, dipende dal modo in cui lo si adopera. Un bisturi nelle mani di un esperto chirurgo può salvare una vita, dato però ad un giovane praticante ancora inesperto… beh, io non so voi, ma preferirei pazientare un po’ fino all’arrivo del suo supervisore.

Ma che cos’è il marketing? E soprattutto a che cosa serve?

Il marketing è l’arte del comunicare – attrarre – portare all’azione, ovvero del far passare un messaggio ad un ampio numero di persone affinché esse si interessino e richiedano maggiori informazioni a riguardo. Nell’ambito dell’attività d’impresa, più specificatamente, è incentrato sull’obiettivo di far conoscere il nostro prodotto/servizio ai clienti.

Sfatiamo un primo mito: il marketing non è per forza uno strumento utilizzabile solo da grandi colossi del mercato. Anzi, la sua duttilità e versatilità gli permette di adattarsi ad ogni tipo di impresa o attività, dal dentista al grossista… passando per l’artigiano o per il ristoratore.

Il marketing viene alla fine utilizzato da tutti noi: per esempio anche il solo convincere il proprio gruppo di amici ad andare al cinema per vedere un film piuttosto che un altro è un attività di marketing (e di vendita).
Si raccontano loro gli aspetti stimolanti della trama, gli si dice che la protagonista è interpretata da Scarlett Johansson, magari postiamo sulla loro bacheca Facebook il link del trailer su Youtube.
Bene, queste sono tutte attività di un marketing che, seppure basic, risultato alquanto efficaci.

Se vuoi professionalizzarti nel suo utilizzo, devi tener conto di alcuni elementi importanti:

  1. In primo luogo dovresti ordinare il database dei tuoi clienti, dopodiché crearti un database dei potenziali clienti, ovvero coloro che potrebbero essere interessati al tuo prodotto;
  2. In secondo luogo devi domandarti “Perché mai il cliente dovrebbe scegliere me, piuttosto che il mio competitor?”.
    Hai un prodotto che nessuno ha sviluppato? Oppure offri un servizio unico?

Fondamentalmente devi sviluppare una proposta unica di valore. Ma, soprattutto, non presumere di sapere cosa vogliono i tuoi clienti, bensì fai dei sondaggi di mercato per comprendere quali siano realmente i loro bisogni e le loro necessità.

Compreso ciò, sfrutta tutti i canali di comunicazione in modo da stimolare ed interessare il più possibile il tuo target di clienti al prodotto.

Bill Gates, parlando dello strumento su cui aveva generato il suo successo, disse:

Il computer più nuovo al mondo non può che peggiorare, grazie alla sua velocità, il più annoso problema nelle relazioni tra esseri umani: quello della comunicazione. Chi deve comunicare, alla fine, si troverà sempre a confrontarsi con il solito problema: cosa dire e come dirlo.

Riallacciandoci a quanto detto prima, noi possiamo utilizzare gli strumenti e le tecnologie migliori o all’avanguardia, ma alla base di tutto deve esserci la qualità, la determinazione e una vera e propria fede nel messaggio che noi vogliamo far arrivare ai nostri interlocutori.

Per cui, caro imprenditore, prima di fare marketing, devi prima capire cosa vuoi ottenere e cosa vogliono i tuoi potenziali clienti; in caso contrario sparerai alla cieca e butterai al vento energie e soldi.

Se vuoi richiedere maggiori informazioni riguardo le nostre attività di marketing compila il modulo qui sotto.

Nome e Cognome (richiesto)

Email (richiesto)

Telefono (richiesto)

Città (richiesto)

Il tuo messaggio

Dichiaro di aver ricevuto, letto e compreso l'informativa ai sensi del Reg. UE 2016/679 (Art. 13) e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali.
Esprimo in modo consapevole e libero il consenso al trattamento per le seguenti finalità:
Finalità 1 do il consensonego il consenso
Finalità 2 do il consensonego il consenso
Finalità 3 do il consensonego il consenso