Fast or Last Digital Strategy

“Il digitale è sexy”: piace, paghi per averlo e ne parli con gli amici.
Perché il digitale è sexy? Perché fa andare avanti il mondo con due dita, due click; perché ha bruciato gli spazi (serve spazio per lavorare al computer?).
Il mantra del libro di Paolo Susani è Fast or Last, perché oggi la velocità del progresso della tecnologia è talmente alta che o fai di tutto per andarci a braccetto oppure rimani fermo dove sei. Se guidi tutto questo, stai a galla. Se non la guidi, sappi che questa è una partita di calcio ad un tempo solo.
Le parole oggi arrivano prima dei fatti: prima ancora che una cosa si realizzi nella realtà, c’è già una conversazione Whatsapp o Twitter che è presente.
Uber è una grande rappresentazione di un mondo che è cambiato. È cambiato il modo di fare un business che prima c’era, ma è stato migliorato. Se volevo un taxi da pagare con carta di credito, prima era un’impresa trovarlo. Ora chiamo uber e questo problema non ce l’ho più.
Un’altra grande trasformazione della vita odierna è rappresentata da Alexa, con la quale ormai si parla più che con propria moglie. Addirittura, Alexa è arrivata a testimoniare un omicidio, ed è stata usata come prova in tribunale.
Il digitale è “costructive”, costruttivo, perché costruisci un’esperienza digitale grazie ad esso. Nel caso di un’azienda, è costruttivo se mettiamo il cliente al centro dei nostri servizi. Il digitale ci permette di avvicinarci al cliente, poiché abbiamo la possibilità di conoscerlo bene attraverso vari dati.
I grandi marchi (Amazon, Apple, Starbucks, etc…) non vendono prodotti. Vendono esperienze e concetti. Vendono rapidità nel servizio, vendono adrenalina, vendono uno status, etc…
Si può dire che oggi si fanno le stesse cose di prima, ma traslate in un contesto completamente diverso.


Consigli di digitalizzazione:

  1. L’identità digitale deve essere un vestito su misura
  2. Non c’è una soluzione che va bene per tutti, capire da dove partire e su cosa puntare
  3. Serve sapere chi sono i nostri interlocutori, cosa vogliono, quali sono i nostri processi organizzativi e produttivi e come cambiarli per soddisfare il nostro target.


L’importanza dei social: serve essere sui migliori social del momento.
Conoscete il mondo dei social. Dovete esserci dentro.
Per dare un’idea di quanto siano dirompenti i social, sono stati coniati aggettivi come “instagrammabile”, etc…

Cosa ci dice il digitale:

  1. La velocità è diventata simultaneità: Relazione e fiducia, Accesso mobile e cambiamento a
    doppio senso, Rispondere entro 5 minuti
  2. Ossessione per il cliente: bisogna essere attivi per lui, il cliente si ricorderà come lo si ha fatto
    sentire. Dobbiamo essere dei personal trainer per il cliente, perché il personal trainer vive
    se vive anche il cliente.

Digitalizzazione: rischio od opportunità? È un’opportunità: ci chiede di fare un nuovo mestiere, ci
chiede di aggiornarci sul nostro settore, anche dove apparentemente ci sembra di stare tranquilli
dove siamo. Ad esempio, un negozio di abbigliamento potrebbe noleggiare online i vestiti invece
che comprarli.
Mai scordarsi, tuttavia, del contatto umano: Nike si è tolta da Amazon proprio perché stava
perdendo il rapporto con gli esseri umani, e non sapeva più cosa volevano i clienti.
Certo, può rappresentare anche un rischio, perché se non ci aggiorniamo regolarmente, IN UN
ATTIMO sparisco dalla circolazione.

Un ultimo consiglio: allenati mentre gli altri dormono, studia mentre gli altri dicono di sapere già e resisti mentre gli altri mollano. Alla fine vivrai quello che gli altri sognano.

check3
PRENOTA SUBITO IL TUO POSTO
COMPILA IL MODULO QUI SOTTO!

 

Nome e Cognome (richiesto)

Azienda (richiesto)

Email (richiesto)

Telefono (richiesto)

Città (richiesto)

Il tuo messaggio

Dichiaro di aver ricevuto, letto e compreso l'informativa ai sensi del Reg. UE 2016/679 (Art. 13) e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali.
Esprimo in modo consapevole e libero il consenso al trattamento per le seguenti finalità:
Finalità 1 do il consensonego il consenso
Finalità 2 do il consensonego il consenso
Finalità 3 do il consensonego il consenso