• Intervento MBS a cura di Luca Torcivia

A volte capita che nel corso della vita si vivano dei momenti particolarmente difficili. Si sperimenta un sentimento di disperazione, intesa come la totale assenza di aspettative positive. E’ successo anche a me. A causa di alcune mie situazioni personali, vivevo degli alti e bassi e non stavo sicuramente bene. Questa situazione è durata circa due anni, poi qualcosa è cambiato. Ho iniziato a vivere una situazione di speranza, di attesa operosa, ovvero ho iniziato a pensare che in qualche modo tutto sarebbe cambiato e ho iniziato ad agire in funzione di questa nuova speranza.  La luce della speranza si riaccende quando hai delle aspettative positive e prepari il terreno affinché il futuro migliore che hai immaginato si possa realizzare.

A questo punto di svolta della mia vita ho iniziato a provare una forte fede, intesa come l’assoluta certezza di essere uno spirito. Indipendentemente dalla religione in cui credevo, mi sono reso conto di essere un’entità immortale e, come me, anche tutte le persone a cui volevo bene. Questa idea ha migliorato enormemente la mia vita, perché mi ha dato una prospettiva differente e mi ha dato quella visione positiva che mi ha permesso di sopravvivere. La fede, qualunque sia la cosa in cui credi, è la leva più forte che ti spinge verso la sopravvivenza. In quel momento di cambiamento ho iniziato a coltivare una serie di idee. Questa è la ricetta, fatta di 3 ingredienti, che mi ha permesso di sopravvivere:

  • CIRCONDATI DI PERSONE POSITIVE: L’uomo è fatto per sopravvivere. L’uomo è fatto per non arrendersi e a resistere a cose terribili. La sopravvivenza diventa difficile quando sei circondato dalle persone sbagliate. Le persone possono ostacolarti o avvantaggiarti in base a come si comportano. Le persone che trasmettono negatività, sono quelle che ostacolano la naturale sopravvivenza insita nell’essere umano. Quali sono le persone che invece dovresti avere vicino, che aiutano a sviluppare la naturale sopravvivenza? Ho individuato alcune caratteristiche delle persone positive:
  • Non parlano di quello che ti sta succedendo di brutto
  • Non si piangono addosso
  • Non credono alla sfortuna
  • Non ti augurano serenità, ma felicità
  • NON PENSARE CHE NON SI PUO’ FARE: Nulla è come sembra. Spesso viviamo in delle illusioni che ci vincolano in pensieri autolimitanti.
  • EVITA DI CONCENTRARTI SUL NEGATIVO: La vita è dura… soprattutto se ti concentri sul tuo dramma personale. Secondo un esperimento relativo all’alttenzione selettiva, se ti concentri su un aspetto specifico di un’attività, tutto ciò che sta attorno non viene registrato dalla mente. Ad esempio se chiedi a una persona di contare quante volte una persona salta una corda, questa sarà così concentrata nel contare i salti che non vedrà nulla di tutto ciò che appartiene al contesto che sta intorno.

PER RICEVERE MAGGIORI INFORMAZIONI COMPILA IL MODULO

Nome e Cognome (richiesto)

Email (richiesto)

Telefono (richiesto)

Città (richiesto)

Il tuo messaggio

Dichiaro di aver ricevuto, letto e compreso l'informativa ai sensi del Reg. UE 2016/679 (Art. 13) e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali.
Esprimo in modo consapevole e libero il consenso al trattamento per le seguenti finalità:
Finalità 1 do il consensonego il consenso
Finalità 2 do il consensonego il consenso
Finalità 3 do il consensonego il consenso