Come posso fare a rendere i miei collaboratori più produttivi? Obiettivamente, cari imprenditori, quante volte vi siete posti questa domanda? Immagino tante!

Bene, allora stabiliamo un concetto che dev’esservi chiaro sin da subito: il miglioramento delle performance aziendali avviene solamente attraverso le persone e le persone lottano per raggiungere degli obiettivi solamente se:

  • Li desiderano veramente
  • La causa che lo spinge ad agire è reale e positiva

Le persone vogliono dare sempre il massimo, tuttavia non riescono a farlo perché sono limitate dalle contro-intenzioni. I tuoi collaboratori sono limitati nella produttività perché non sono convinti e appassionati in ciò che fanno.

Le persone si mettono in movimento se si emozionano. Le emozioni sono la benzina della produttività. Dovreste chiedere a voi stessi se, quando fate le riunioni, riuscite a comunicare con i vostri collaboratori in modo da trasmettere loro emozioni e passioni.
Se non lo fate, se non utilizzate una comunicazione emotiva, non riuscirete ad ottenere il massimo dalle persone e quindi la produttività complessiva della tua azienda risulterà compromessa.

Partite dal presupposto che molte persone nutrono dei dubbi anche su loro stesse. A volte si chiedono se saranno veramente in grado di fare determinate cose. A volte non saranno sicure delle proprie capacità.
Quando ciò avviene dovete fare attenzione ai due seguenti aspetti:

  • Spiegare al collaboratore non solo come può raggiungere il risultato, ma anche dirgli cosa potrà ottenere nel momento in cui l’avrà raggiunto. La motivazione avviene quando persuadi gli altri ad agire per perseguire il proprio interesse.
  • Evitare di fare le cose al posto dei collaboratori e mostrar loro quanto siete stati bravi a farlo.

Qualsiasi idea, progetto o proposito può venire installato tramite la ripetizione del pensiero – Napoleon Hill

In primo luogo, però, chi deve veramente essere aperto al cambiamento delle proprie idee siete voi! Tenete a mente i seguenti punti:

  • Convinciti che i tuoi collaboratori sono bravi.
  • Lavora con loro senza pregiudizi.
  • Non cercare di cambiare i collaboratori, permettigli di essere ciò che sono e ciò che vogliono diventare. La diversità può essere un valore aggiunto prezioso.
  • Chiedigli prima ciò che vogliono e dopo cosa fare per ottenerlo.
  • Coinvolgi le persone e lascia che ti aiutino a creare un qualcosa. “Le persone sostengono il mondo che hanno contribuito a cambiare” – Dale Carnegie
  • Diventa amico dei tuoi collaboratori.
  • Dì ai tuoi collaboratori che “si può fare”.
  • Presta attenzione a ciò che è importante per i tuoi collaboratori.
  • Aiuta una sana competizione interna.
  • Porta i collaboratori nel futuro. Mostra loro le prospettive di crescita.
  • Focalizza l’attenzione dei collaboratori sui risultati. “Sii intensamente orientato al risultato in ogni cosa che fai, questa è la caratteristica primaria dei grandi realizzatori” – Brian Tracy. Il consiglio è di tornare in azienda e fare una lista di risultati che ti aspetti dai tuoi collaboratori una volta che li hai intervistati.
  • Sii un esempio da seguire. Devi rendere i collaboratori orgogliosi di lavorare con te e per te.

In sintesi, la cosa fondamentale è conoscere i vostri collaboratori, informarvi su cosa desiderano, su cosa vogliono ottenere e sviluppare assieme a loro dei progetti che gli consentano di ottenerlo.

Se volete ulteriori informazioni sul tema della gestione delle risorse umane non vi resta che compilare il modulo qui sotto!

Nome e Cognome (richiesto)

Email (richiesto)

Telefono (richiesto)

Città (richiesto)

Il tuo messaggio

Dichiaro di aver ricevuto, letto e compreso l'informativa ai sensi del Reg. UE 2016/679 (Art. 13) e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali.
Esprimo in modo consapevole e libero il consenso al trattamento per le seguenti finalità:
Finalità 1 do il consensonego il consenso
Finalità 2 do il consensonego il consenso
Finalità 3 do il consensonego il consenso